5 motivi per cui un ricevimento nuziale lungo è migliore di uno rapido

Royal_Wedding_Stockholm_2010-Slottsbacken-05_editVagabondavo sul web, in particolare ero su Instagram, e mi sono imbattuto su una foto che ritraeva una coppia di sposi. La foto era stata pubblicata dalla sposa in questione, e nella didascalia raccontava il giorno del suo matrimonio. Di questo racconto mi ha colpito un dettaglio: diceva che il ricevimento di nozze era durato solo un paio d’ore, dalle ore 13 alle 15.

Solo due ore? Sono rimasto allibito!!! Io sono abituato a ricevimenti nuziali lunghissimi, che iniziano nel primo pomeriggio, subito dopo la funzione religiosa, e che si protraggono per ore ed ore, intrattenendo gli invitati con musica, balli e soprattutto con tante portate, tra antipasti, primi, secondi e dolci… chi più ne ha più ne metta.

Continua a leggere

L’esageratore

Anni e anni fa, prima di un matrimonio, le famiglie dei due sposi si riunivano per stabilire cosa donare dei propri averi alla nuova famiglia che di lì a poco sarebbe nata. Tali contrattazioni avvenivano di solito in compagnia di una persona che faceva da “esageratore”, cioè di una persona che cercava sempre di far avere qualcosa in più per i futuri sposi. Ad esempio, se il padre della sposa voleva donare 10 pecore, l’esageratore cercava di arrivare a una donazione di 20 pecore, se il padre dello sposo voleva regalare un ettaro di terra, l’esageratore interveniva per riuscire ad ottenere almeno un paio di ettari in più.

Continua a leggere